L’arte dei videogiochi

  • Durata: 1 h
  • Livello: Base
  • Anche in versione podcast

Skill che acquisirai

  • Progettazione e programmazione tecnologica
  • Sviluppo e creazione di contenuti digitali
  • Competenze pratiche per il lavoro

Docente: Fabio Viola

5 lezioni (1 h)

Corso fruibile da ogni device in formato video e podcast

Certificato di completamento

Cosa imparerai

Grazie a questo corso potrai:

  • conoscere i videogiochi come arte
  • conoscere la gamification per la cultura
  • raggiungere un nuovo pubblico con le tecniche del gioco

Descrizione del corso

I videogiochi rappresentano una delle espressioni artistiche e culturali più importanti della contemporaneità e, insieme, una delle meno conosciute e praticate dal mondo tradizionale delle istituzioni culturali.

Conoscere il linguaggio dei videogiochi significa aprirsi a una nuova generazione di creativi, che restituisce visioni del mondo fruite ormai da quasi tre miliardi di persone.

Anche per questo la creazione di videogiochi è considerata la decima forma d’arte, tanto che, di recente, è entrata al Moma di New York sotto forma di collezione permanente, sono  nati musei dedicati ed è sempre più integrata nelle pratiche curatoriali delle mostre. 

I videogiochi, così come la gamification, sono diventati formidabili strumenti a supporto di musei e luoghi della cultura, strumenti per coinvolgere i più giovani, allargare l’audience e migliorare la capacità di comunicare la nostra storia.

Docente

Fabio Viola ha collaborato a lungo con multinazionali del videogioco come Electronic Arts Mobile, Vivendi Games e G-Tech Group e ha partecipato allo sviluppo di giochi iconici come Fifa, The Sims, Crash Bandicoot, Harry Potter, ricoprendo molteplici incarichi, da game designer a country manager. Considerato uno dei più influenti gamification designer al mondo, nel 2018 è stato insignito del premio Lezioni di Design durante il Fuorisalone di Milano. Autore di libri quali Gamification – I Videogiochi nella Vita Quotidiana (2011), L’Arte del Coinvolgimento (Hoepli 2017), Giocarsi – Gaming e Gamification nei contesti professionali (Hogrefe 2021), attualmente insega in diverse università e accademie italiane. Nel 2016 fonda il collettivo internazionale di artisti TuoMuseo, specializzato nell’intersezione tra gaming e patrimonio culturale. Negli anni il dialogo tra videogaming e istituzioni museali rimane costante: firma produzioni come Father and Son per il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, con 5 milioni di download, A Life in Music per il Teatro Regio di Parma, primo mobile game al mondo prodotto da un teatro dell'opera, Past for Future, per il Marta di Taranto e The Medici Game per la Galleria degli Uffizi. È attualmente curatore per la Reggia di Venaria della mostra PLAY, la prima grande retrospettiva sul videogioco come arte, aperta il 22 luglio 2022.

Obiettivi

Il corso si propone di fornire nuove lenti attraverso cui guardare il medium videoludico. In particolare saranno presentati i videogiochi come strumenti di audience development, audience engagement e racconto del nostro patrimonio culturale. Si analizzeranno casi di successo come Father and Son del Mann di Napoli e A Life in Music del Teatro Regio di Parma.

Scoprirai inoltre i videogiochi come decima forma d’arte, attraverso il dialogo tra i maestri della tradizione analogica e l’arte interattiva dei videogiochi e con l’aiuto di un caso particolare, la mostra PLAY – Videogiochi, Arte ed Oltre della Reggia di Venaria.

Infine potrai usare i videogiochi come lente sociologica per comprendere le nuove generazioni e le ragioni del loro disimpegno verso la cultura tradizionale.

A chi è rivolto il corso

Questo corso fa per te se:

  • ti occupi della curatela di mostre e esposizioni
  • studi materie umanistiche
  • sei un operatore museale
  • ti appassionano i videogiochi

Programma del corso

L’arte dei videogiochi

5 lezioni – 59 minuti
  • L’arte dei videogiochi: introduzione

    01:59

  • I videogiochi come decima forma d’arte
  • Gaming e Gamification nelle politiche museali

    16:00

  • Videogiochi come lente sociale

    19:21

  • L’arte dei videogiochi: conclusione

    01:28